I fari della Sicilia

27 gennaio 2015

Faro di San Vito Lo Capo, immagine tratta dal sito CTA SiciliaIn questi giorni in biblioteca molti studenti ci chiedono informazioni sui fari della Sicilia, ecco i nostri suggerimenti bibliografici:

Catalogo dell’Università di Firenze

  • Bartolomei, Cristiana, L’architettura dei fari italiani, Firenze : Alinea, 2005-2006, 4 volumi, in particolare il vol. 4 riguarda i fari di Sicilia (Biblioteca architettura 725.340945 ARCHIT/4 fondo prestito ; c’e’ anche in Biblioteca nazionale centrale – Firenze e Biblioteca Marucelliana – Firenze). E’ possibile vedere un’anteprima su Google libri
  • Fatta, Francesca, Luci del Mediterraneo i fari di Calabria e Sicilia disegni, rilievi e carte storiche, Soveria Mannelli : Rubbettino, 2002 (Biblioteca architettura 623.8942 FATTF fondo prestito)

Catalogo SBN

  • Compagno, Gaetano; Compagno, Filippo,  I fari di Sicilia : fari e fanali di Sicilia e isole minori, [Palermo] Il faro, Associazione culturale, 2014 (Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo)
  • Ragusa, Corrado, I fari tra mito e storia, “Kalós : arte in Sicilia : rivista bimestrale di cultura” , A.10, n.5-6 (sett.-dic.1998), p. 24-29 1998 (Biblioteca centrale della Regione siciliana Alberto Bombace – Palermo )
  • Falcone, Salvo, Lo Faro, Sara, Tusa, Sebastiano, Amoroso, Domenico, Dei fari e del mare : periplo dei fari di Sicilia, Caltagirone S. Di Pasquale, 2006 (Biblioteca nazionale centrale Firenze)
  • Bartolomei, Cristiana, Fari d’Italia, Arzignano Magnamare, 2009 (Biblioteca regionale universitaria – Messina; Biblioteca civica Attilio Hortis – Trieste, Biblioteca civica di Mestre – Venezia) Il libro è in acquisizione anche presso la Biblioteca di architettura
  • Vedute e descrizioni dei fari e semafori sulle coste d’Italia, Vol. 1 – 1877, a cura di Cristiana Bartolomei, Venezia, Magnamare, 2008 (Biblioteca Universitaria – Genova; Biblioteca regionale universitaria – Messina) Il libro è in acquisizione anche presso la Biblioteca di architettura

Infine segnaliamo il sito Servizio fari della Marina Militare che offre un repertorio dei Fari presenti in Italia.

Annunci

Il liberty in Italia

23 dicembre 2014

partage-plus-logoSegnaliamo oggi il portale Il liberty in Italia: http://www.liberty.beniculturali.it/

Sul sito sono consultabili oltre 10.000 immagini e schede informative relative a sculture, dipinti, disegni, riviste, fotografie mobili, complementi d’arredo, articoli e documenti d’archivio, relativi alla stagione del liberty italiano.

Il materiale (parte del quale è stato digitalizzato in tre dimensioni con un laser scanner 3D) proviene da tre istituti culturali italiani: la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il Museo Andersen e gli Archivi delle Arti Applicate del XX secolo. Il coordinamento dell’attività di digitalizzazione è stato svolto dall’ICCU – Istituto centrale per il catalogo unico.

Il sito fa parte del progetto Partage Plus realizzato nell’ambito della biblioteca digitale Europeana e dedicato al tema dell’Art Nouveau nei vari paesi europei.


Comunicare l’impresa: un repertorio della stampa aziendale italiana dal 1930 al 2000

27 maggio 2014

ideal-standardComunicare l’impresa: gli house organ e la stampa aziendale italiana nel Novecento è un repertorio della stampa aziendale italiana del Novecento, promosso dalla Fondazione ISEC – Istituto per la storia dell’età contemporanea,  in collaborazione con l’Istituto lombardo per la storia contemporanea. 

Ad ogni periodico è dedicata una scheda, con le indicazioni relative a titolo, editore, durata, periodicità, autori dei contributi, formato, ecc. ed una approfondita nota storica. Sono inoltre disponibili un form di ricerca per parola ed indici per testata, autori, aziende, oltre ad una mappa cronologica. Tra i periodici censiti, di interesse per l’architettura e il design,  segnaliamo: CaleidoscopioCiviltà delle macchine, Ideal-standard, Rassegna Larderello.

La ricerca mira a catalogare gli house organ e i periodici di impresa pubblicati in Italia tra il 1930 e il 2000, mettendo a disposizione degli utenti documenti testuali e iconografici che costituiscono una fonte storica di primaria importanza. Oltre alle schede bibliografiche e alla descrizione delle singole testate, il repertorio contiene articoli, illustrazioni, fotografie, immagini delle copertine e delle pagine interne dei periodici. L’obiettivo del repertorio è infatti quello di valorizzare le collezioni dei periodici aziendali italiani documentando anche il rapporto tra i contenuti editoriali e la loro presentazione grafico-visiva.

L’Italia, negli anni del suo rapido sviluppo industriale, ha conosciuto nel settore degli house organ una tradizione di grande interesse, testimoniata non soltanto dagli esempi più celebri come la rivista “Pirelli” o “Civiltà delle Macchine”, ma anche da testate meno note, promosse da aziende di dimensioni più piccole, in molti casi appartenenti a settori strategici del made in Italy.

Il Repertorio della stampa aziendale italiana si concentra sul fenomeno degli house organ e dei periodici di impresa intesi come fondamentale strumento di mediazione tra il mondo dell’azienda e quello della produzione culturale, in un percorso che partendo dagli avvii negli anni Trenta giunga fino ad esperienze più recenti.


Architetture italiane del secondo Novecento

14 marzo 2014

bolzano coloreII Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento è stato promosso dal MiBAC, a partire dal 2002, per la valorizzazione e la promozione della conoscenza delle opere di architettura contemporanea.

Ad oggi sono stati individuati e schedati oltre 2500 edifici o complessi architettonici rispondenti ai criteri di selezione predefiniti, tra i quali oltre 380 opere indicate come “eccellenze”. Si tratta di opere pubbliche e private, edifici singoli e complessi urbani, attrezzature di servizio e infrastrutture, che nel loro insieme rappresentano le diverse declinazioni della cultura architettonica italiana del secondo Novecento.

La banca dati consultabile on-line ed ancora in fase sperimentale consente la ricerca per denominazione, autore, tipologia, regione, categoria. La scheda dei singoli edifici, oltre alle informazioni di base sul progetto, contiene in molti casi anche documentazione grafica e indicazioni bibliografiche.

Sito web: http://www.sitap.beniculturali.it/architetture/

(per entrare nella banca dati cliccare sul link in alto a destra ‘Cerca/Aggiorna’)


Il portale degli orti botanici in Italia

10 gennaio 2014

logo orto botanicoSul sito web L’orto botanico in Italia http://www.ortobotanicoitalia.it/, curato dal Gruppo di Lavoro per gli Orti Botanici e i Giardini Storici della Società Botanica Italiana, è possibile consultare la banca dati degli orti botanici italiani.

Per ogni struttura censita, ricercabile tramite un indice geografico per regione, è disponibile una scheda informativa, articolata nelle seguenti voci:

  • [Informazioni generali]
  • Cenni storici
  • Struttura e organizzazione
  • Le principali collezioni
  • Attività e progetti
  • Bibliografia

 


Le chiese delle diocesi italiane: banca dati

8 gennaio 2014

logo banca dati chiese italianeLa banca dati delle Chiese delle Diocesi italiane è stata promossa dalla CEI, in un quadro più ampio di descrizione e valorizzazione dei beni culturali dei vari ambiti: storico-artistici, architettonici, archivistici e librari. 

Ad oggi la banca dati, ancora in fase di implementazione, comprende 63.880 schede corredate di immagini, frutto del lavoro sull’Elenco Chiese di 216 Diocesi. Per 5.320 chiese – appartenenti a 161 diocesi – è consultabile una scheda più ampia di approfondimento e la scheda di censimento.

E’ possibile effettuare ricerche per parola chiave, regione ecclesiastica, diocesi, tipologia, qualificazione oppure utilizzando una mappa sensibile. E’ inoltre possibile restringere la ricerca alle sole schede complete.


RAPu: Rete Archivi dei Piani urbanistici

21 ottobre 2013

rapuRAPu – Rete Archivi dei Piani urbanistici (http://www.rapu.it) è un archivio digitale dell’urbanistica italiana dall’unità nazionale ad oggi.  E’ il risultato di un progetto avviato nel 1994 da un gruppo di docenti universitari e di ricercatori nell’ambito delle attività permanenti della Triennale di Milano.

RAPu raccoglie documenti di piano digitalizzati i cui originali sono conservati in sedi distribuite su tutto il territorio nazionale: archivi interni agli enti locali deputati alla elaborazione o all’approvazione degli strumenti, centri di documentazione e biblioteche, agenzie locali degli Archivi di Stato.

L’obiettivo è quello di diffondere la conoscenza e  valorizzare il vasto patrimonio documentario dell’urbanistica italiana attraverso l’accesso virtuale a documenti prodotti dall’Unità d’Italia ad oggi altrimenti di difficile reperimento e consultazione.

Nell’Archivio RAPu sono presenti le seguenti collezioni:

1. Monografie di città (documenti di piano relativi a 16 città italiane)

2. Archivio Piani Dicoter (documenti di piano, dall’Unità d’Italia agli anni Settanta del ‘900, appartenenti al patrimonio documentario dell’attuale Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti )

3. Selezione dell’Archivio Centrale dello Stato (cinquantatrè allegati cartografici della Raccolta Ufficiale Leggi e Decreti dell’Archivio Centrale dello Stato. I documenti riprodotti e schedati si riferiscono ai piani regolatori di Brescia, Forlì; Littoria, Mantova, Modena, Padova, La Spezia, Trieste, Udine. Essi costituiscono un campione significativo del “cuore” della raccolta ACS, un insieme di piani elaborati tra la seconda metà degli anni ’20 e la prima metà degli anni ’40 in una fase cruciale per la costruzione dell’urbanistica italiana).


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: