Banca dati de L’industria delle costruzioni

20 novembre 2014

Contemporary  architecture  database è la banca de L’industria delle costruzioni, la rivista dell’ANCE – Associazione nazionale costruttori edili.
La banca dati, ad accesso libero e continuamente aggiornata, contiene testi ed immagini, tratti dalla rivista e dalla collana dei Quaderni de L’industria delle costruzioni.
E’ interrogabile per parola chiave, luogo, progettista, opera, categoria, tema, materiali e tecnologie innovative.

contemp_arch

Annunci

Digitami: la biblioteca digitale di Milano

22 agosto 2014

DigitaMi è una biblioteca digitale, promossa dal Comune di Milano, che raccoglie documenti rappresentativi della tradizione storica, culturale ed artistica della città.

digitami

Si può accedere ai documenti digitalizzati e liberamente accessibili on-line sia tramite un indice per categorie e sottocategorie (es.: architettura ed esposizioni), sia tramite percorsi tematici, tra i quali segnaliamo:


Architetture italiane del secondo Novecento

14 marzo 2014

bolzano coloreII Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento è stato promosso dal MiBAC, a partire dal 2002, per la valorizzazione e la promozione della conoscenza delle opere di architettura contemporanea.

Ad oggi sono stati individuati e schedati oltre 2500 edifici o complessi architettonici rispondenti ai criteri di selezione predefiniti, tra i quali oltre 380 opere indicate come “eccellenze”. Si tratta di opere pubbliche e private, edifici singoli e complessi urbani, attrezzature di servizio e infrastrutture, che nel loro insieme rappresentano le diverse declinazioni della cultura architettonica italiana del secondo Novecento.

La banca dati consultabile on-line ed ancora in fase sperimentale consente la ricerca per denominazione, autore, tipologia, regione, categoria. La scheda dei singoli edifici, oltre alle informazioni di base sul progetto, contiene in molti casi anche documentazione grafica e indicazioni bibliografiche.

Sito web: http://www.sitap.beniculturali.it/architetture/

(per entrare nella banca dati cliccare sul link in alto a destra ‘Cerca/Aggiorna’)


Architectureguide.nl

31 gennaio 2014

A060Segnaliamo oggi Architectureguide.nl, la versione on line del repertorio dedicato all’architettura olandese a cura di Paul Groenendijk e Piet Vollaard.

Sul sito, continuamente aggiornato con nuove schede (corredate da indicazioni bibliografiche), è possibile effettuare ricerche per architetto, edificio, città, tipologia architettonica.


L’architettura del Lido: banca dati on-line

23 novembre 2012

Segnaliamo un’interessante banca dati realizzata dal Comune di Venezia, in collaborazione con la Soprintendenza ai beni storici e architettonici e l’Istituto IUAV, L’architettura del Lido, dal Liberty agli anni ’50.  La banca dati contiene la schedatura di oltre 250 edifici di interesse storico ed architettonico presenti nel territorio del Lido di Venezia.

Edifici che contribuirono a trasformare il Lido di Venezia nella località balneare più elegante e mondana d’Europa, in un’epoca in cui lo stile architettonico di riferimento era il liberty, e che qui, in molti casi, venne liberamente interpretato e assemblato con gli stili neo bizantino, neo romanico, neo gotico ed eclettico, già presenti nella città di Venezia.
In un percorso abbastanza veloce, il visitatore potrà dunque visionare numerose ville ed alberghi, che seppur parzialmente modificati mantengono inalterato tutto il loro fascino e bellezza. Villa Elisa, Villa Igea, Villa Bianca, Villa Margherita, Villa Eva, Hungaria Palace Hotel, i celebrati Grand Hotel Des Bains e Grand Hotel Excelsior, sono i nomi di alcuni di questi importanti edifici che videro impegnati per la loro realizzazione diversi architetti, alcuni importanti e famosi come Torres, Perez, Corrado e Del Giudice.

La scheda relativa ai singoli edifici si articola in queste sezioni:

  • scheda sintetica
  • scheda ICCD
  • descrizione edificio
  • disegni e progetti
  • documenti fotografici
  • fonti archivistiche
  • fonti bibliografiche
  • webgrafia

Le schede sono consultabili dall’elenco degli edifici, da quello dei protagonisti (progettisti, committenti, artisti/artigiani), dalla mappa dei luoghi oppure a partire da percorsi tematici. E’ disponibile anche un motore di ricerca interno, una bibliografia ed una webgrafia generali.

Si tratta di un lavoro in progress per cui non tutte le schede risultano complete.


Bildindex der Kunst und Architektur

7 settembre 2012

Bildindex der Kunst und Architektur è una banca dati di immagini curata dal Deutsches Dokumentationszentrum für Kunstgeschichte – Bildarchiv FotoMarburg, con la collaborazione di circa 80 partner internazionali.

Sito web:    www.bildindex.de

Bildindex contiene circa 2 milioni di riproduzioni fotografiche di opere d’arte ed edifici di tutta Europa. L’arco cronologico coperto parte dagli anni Sessanta del XIX secolo ad oggi; troviamo pertanto anche fotografie che documentano opere ormai scomparse, come gli affreschi del Mantegna nella cappella Ovetari della chiesa degli Eremitani a Padova, distrutti dai bombardamenti nel corso della Seconda guerra mondiale.

Circa due terzi dei documenti della banca dati furono pubblicati su microfilm tra il 1977 ed il 2000 come “Marburger Index – Inventar der Kunst in Deutschland”, mentre le restanti fotografie provengono da istituzioni di altri paesi (60.000 dall’Italia).

Per la consultazione sono disponibili indici per luogo (purtroppo i toponimi sono generalmente nella forma tedesca), artista, ritratti ed argomenti. In alternativa, è possibile effettuare una ricerca libera per parola chiave,  eventualmente selezionando un canale di ricerca.


Olimpiadi 2012: mappa delle architetture

31 luglio 2012

Sul portale Archinfo  (Il Sole 24 ore) è disponibile una mappa on-line (navigabile anche da tutti i dispositivi mobili), dedicata agli edifici più significativi realizzati negli ultimi anni a Londra e agli impianti del quartiere olimpico:

 http://www.archinfo.it/mappe/london-2012-architecture-tour/

Per ogni edificio è presente una scheda, curata dalla redazione della rivista Arketipo, che a questo evento ha anche dedicato due fascicoli monografici: n. 64 (2012) e Arketipo Supplemento n. 13(2012).  Per alcuni edifici, ad esempio il Velodrome di Hopkins Architects, sono disponibili anche foto e disegni.

Sugli impianti sportivi realizzati a Londra in occasione delle Olimpiadi, si segnalano anche le schede presenti nella AJ Buildings Library:

http://www.ajbuildingslibrary.co.uk/search?tagID=2362


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: