Het Nieuwe Instituut Search portal

24 agosto 2017

L’Het Nieuwe Instituut, con sede a Rotterdam, nasce nel 2013 dalla fusione di tre realtà: Netherlands Architecture Institute; Premsela – Netherlands Institute for Design and Fashion e Virtueel Platform. La collezione dell’Istituto comprende 1.4 milioni di disegni, 300.000 fotografie e 3.000 modelli proenienti dagli archivi di architetti e urbanisti olandesi, oltre ad una biblioteca con 70.000 volumi tra libri e riviste.

Il Search Portal offre un unico punto di accesso per la consultazione della vasta collezione dell’istituto: 685 archivi, 13.218 oggetti (plastici, modelli, ecc.), 130.824 pubblicazioni, 15.899 schede biografiche, 34.566 progetti.

>> https://zoeken.hetnieuweinstituut.nl/en//

Annunci

Mu.De.To – Museo del Design Toscano

16 gennaio 2017

Il progetto Mu.Demudeto.To, promosso e curato dall’Associazione Museo del Design Toscano, mette a disposizione una banca dati dei prodotti disegnati da designer toscani per aziende toscane e non toscane oppure realizzati da aziende toscane con designer toscani e non toscani, dagli anni Quaranta ad oggi.

Ogni scheda comprende una dettagliata descrizione, informazioni su designer e committente, informazioni tecniche, riconoscimenti, immagini, video (se disponibili), bibliografia.

La banca dati, in costante aggiornamento, è ricercabile per prodotto, designer e produttore/committente.

>> http://www.mudeto.it


Archivio Michelucci Artigiano

14 maggio 2014

Sedia ScapolareIl n. 2 della nona serie de La nuova città, la rivista edita dalla Fondazione Michelucci di Fiesole, è dedicato interamente al tema Artigianato e città.

Tra gli articoli segnaliamo, in particolare, quello di Corrado Marcetti su Michelucci e Fantacci: una storia artigiana.

Nell’articolo si illustra il progetto Archivio Michelucci Artigiano, promosso dal Gruppo Falegnameria Fantacci Design, che, in collaborazione con la Fondazione Michelucci, riproporrà sul mercato gli arredi disegnati dall’architetto toscano, facendo rivivere lo storico marchio.  

>> articolo completo di Corrado Marcetti

>> Archivio Michelucci Artigiano n. zero (marzo 2014)


Rete dei giacimenti del design italiano

4 febbraio 2011

La Rete dei Giacimenti del Design Italiano è una comunità virtuale che collega varie personalità, imprese e strutture (musei, gallerie, collezioni, fondazioni, archivi, biblioteche, ecc.), disseminate sul territorio nazionale, con l’obiettivo di dare visibilità e valorizzare la ricchezza del design italiano.

La Rete è promossa dal Museo del Design della Triennale di Milano.

I soggetti che aderiscono alla rete  (nodi) sono classificati in base ad una o più categoriebeni di consumo, beni sociali, trasporti, arredobagno, ricerche teoriche e progettuali, ecc.

Selezionando il singolo nodo, viene visualizzata la rete dei rapporti con le altre realtà, mentre con un ulteriore click,  si accede ad una scheda informativa, che comprende una breve presentazione, il link al sito web e le news (gli eventi in programma).

Per quanto riguarda la Toscana, al momento aderiscono alla Rete il Museo Richard Ginori di Sesto Fiorentino ed il Museo Salvatore Ferragamo di Firenze.


Design directory Italia

20 gennaio 2011

Segnaliamo oggi un utile repertorio dedicato al mondo del design italiano Design Directory:

www.designdirectory.it

Design Directory è un progetto del Dipartimento INDACO – Industrial Design, Arti, Comunicazione e Moda – del Politecnico di Milano, sviluppato in collaborazione con Fondazione Museo del Design, come contributo alla realizzazione del Triennale Design Museum.

Il repertorio è articolato nelle seguenti categorie:

  • professionisti (associazioni di professionisti, progettisti)
  • imprese (imprese di design, associazioni di imprese)
  • formazione (Università, accademie e ISIA, principali altre scuole)
  • ricerca (centri di ricerca)
  • promozione (enti fieristici, fiere)
  • cultura (musei di design)
  • editoria (editori, riviste)

Per ciascuna categoria, sono esplicitate le principali fonti usate. Ad esempio, per quanto riguarda i professionisti, sono stati presi in considerazione gli elenchi degli iscritti alle principali associazioni di categoria nazionali (ADI, APIL, SIE, ecc.), ma anche altre fonti, riconosciute dalla comunità professionale, come gli elenchi e gli indici contenuti in alcune riviste di settore (es. la Guida Index della rivista Interni).

Per ogni sezione, è disponibile sia un indice alfabetico, sia un’interfaccia di ricerca per termine libero ed indicazione geografica.

E’ possibile inviare segnalazioni, tramite un apposito modulo on-line.


DesignLibrary: una biblioteca dedicata al design

25 novembre 2010

Segnaliamo oggi DesignLibrary, la prima biblioteca italiana interamente dedicata al design. DesignLibrary nasce nel 2006 a Milano, durante il Salone del mobile, per iniziativa di DesignPartner, in collaborazione con Electrolux e con il patrocinio dell’ADI – Associazione per il design industriale.  Alla fine del 2007 è stata aperta una sede anche a Shanghai.

Design library, pensata come centro di documentazione specializzato, raccoglie ad oggi circa 2000 volumi, un cospicuo numero di testate italiane (sia storiche che in corso) ed una selezione di quelle straniere; in particolare, comprende le serie complete di Domus e Modo.  Nutrita la raccolta dei cataloghi aziendali.

Sul sito web www.designlibrary.it sono consultabili liberamente il catalogo dei libri e quello delle riviste.

L’iscrizione alla Biblioteca è invece a pagamento: la tessera annuale costa 20 euro e consente di usufruire di tutti i servizi, oltre che l’ingresso agli incontri “I giovedì del design”.  E’ invece aperto anche ai non-soci l’ingresso al DesignLibrary Cafè, inaugurato nel 2008.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: