Architetture italiane del secondo Novecento

14 marzo 2014

bolzano coloreII Censimento nazionale delle architetture del secondo Novecento è stato promosso dal MiBAC, a partire dal 2002, per la valorizzazione e la promozione della conoscenza delle opere di architettura contemporanea.

Ad oggi sono stati individuati e schedati oltre 2500 edifici o complessi architettonici rispondenti ai criteri di selezione predefiniti, tra i quali oltre 380 opere indicate come “eccellenze”. Si tratta di opere pubbliche e private, edifici singoli e complessi urbani, attrezzature di servizio e infrastrutture, che nel loro insieme rappresentano le diverse declinazioni della cultura architettonica italiana del secondo Novecento.

La banca dati consultabile on-line ed ancora in fase sperimentale consente la ricerca per denominazione, autore, tipologia, regione, categoria. La scheda dei singoli edifici, oltre alle informazioni di base sul progetto, contiene in molti casi anche documentazione grafica e indicazioni bibliografiche.

Sito web: http://www.sitap.beniculturali.it/architetture/

(per entrare nella banca dati cliccare sul link in alto a destra ‘Cerca/Aggiorna’)


Il portale Archivi degli architetti

18 giugno 2012

Il 14 giugno scorso è stato presentato al pubblico il portale Archivi degli architetti (www.architetti.san.beniculturali.it), promosso dalla Direzione generale per gli archivi (DGA) del Ministero per i beni e le attività culturali, con la collaborazione di soprintendenze archivistiche, regioni, istituzioni culturali ed atenei.

Il Portale degli archivi degli architetti si inserisce all’interno del Sistema Archivistico Nazionale (www.san.beniculturali.it), e intende raccogliere, salvaguardare e valorizzare un prezioso patrimonio nel quale si è sedimentata la memoria dell’architettura del Novecento, avvicinando in modo semplice ed amichevole un pubblico non solo specialistico alle fonti archivistiche, bibliografiche, iconografiche, audiovisive conservate dagli Istituti archivistici e dalle istituzioni del settore (fonte: www.internetculturale.it)

Il portale si articola in varie sezioni (Partner, Protagonisti, Progetti, Cronologia, Percorsi tematici) correlate tra loro da link, che configurano diversi percorsi di ricerca.
La sezione Progetti contiene le schede relative alla documentazione progettuale (disegni, foto, plastici, ecc.) ed è correlata alla sezione Protagonisti, che comprende la scheda biografica degli architetti, corredata dall’elenco cronologico dei principali progetti e dalla bibliografia.
La sezione Percorsi contiene approfondimenti su temi specifici relativi all’architettura.  Al momento sono presenti due percorsi, uno relativo alla Biennale dei Venezia e l’altro al progetto dell’Ospedale di Venezia di Le Corbusier.
Il Trovarchivi consente di accedere alla scheda descrittiva dei fondi archivistici censiti.

Trasversale a tutte le sezioni è il collegamento alle risorse archivistiche (archivio, architetto-produttore, conservatore) che risiedono nel  SAN (Sistema Archivistico Nazionale), aperto anche a sistemi afferenti come quelli delle Regioni.

Il portale Archivi degli architetti è un lavoro in progress destinato ad essere incrementato ed arricchito di contenuti. Una prevista evoluzione è quella di allargarlo agli archivi per l’architettura in generale, dunque anche ai fondi specifici contenuti negli uffici tecnici di molte istituzioni, a partire dai Comuni, e di molte aziende pubbliche e private.


Archivio Progetti dello IUAV

4 maggio 2012

Abbiamo già dedicato alcuni post agli strumenti generali per la ricerca in rete di documenti d’archivio e alle risorse disponibili, in particolare per quanto concerne gli archivi di architettura. Proseguendo in questa ricognizione, oggi segnaliamo l’Archivio Progetti dello IUAV – Istituto universitario di architettura di Venezia.

Istituito nel 1987 come centro di servizi a supporto dell’attività didattica e di ricerca universitaria, conserva documenti originali (disegni, modelli, fotografie, carte, pubblicazioni, registrazioni) e migliaia di riproduzioni fotografiche.

Attualmente, il centro possiede oltre 25 fondi archivistici, acquisiti secondo un piano di interesse per gli studi e la ricerca dell’Ateneo: maestri della ‘scuola di Venezia’ e professionisti che hanno operato principalmente nella regione Veneto, e una consistenza di oltre 100.000 documenti, 150.000 fotografie, 300 modelli di architettura, 10.000 riproduzioni digitali.

Elenco dei principali fondi archivistici conservati presso l’archivio progetti:
http://www.iuav.it/Ricerca1/centri-e-l/ArchivioPr/collezioni/index.htm

Gli inventari analitici dei fondi posseduti sono ricercabili nel catalogo on-line   oppure navigando attraverso i percorsi tematici (tour virtuali) predisposti per alcuni fondi.  In alcuni casi, la scheda è corredata dalla riproduzione digitale dei documenti descritti.



Archivi di architettura contemporanea

29 maggio 2009

foto_architettiSul SIUSA, il Sistema informativo unificato per le Soprintendenze archivistiche (http://siusa.archivi.beniculturali.it) sono consultabili i primi risultati del censimento nazionale degli archivi di architettura contemporanea, promosso, alla fine degli anni Novanta, dalla Direzione generale per gli archivi del Ministero per i beni e le attività culturali.
Informazioni dettagliate, indicazioni bibliografiche ed aggiornamenti sullo stato di avanzamento del progetto sono disponibili sul sito web della Direzione generale, all’indirizzo:
http://www.archivi.beniculturali.it/servizioII/progetti/archivi_architettura.html

Sul SIUSA è stato, invece, realizzato un percorso tematico, denominato Archivi di architettura ed accessibile all’indirizzo:
http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?RicProgetto=architetti
Da questa pagina è possibile:

  • consultare le schede che descrivono sommariamente i fondi archivistici censiti
  • consultare gli inventari analitici già realizzati per alcuni di essi.

E’ possibile effettuare la ricerca guidata a partire dall’indice dei complessi archivistici (fondi, serie, sottoserie), dei soggetti produttori (enti o persone) e dei soggetti conservatori (per quest’ultimo sono disponibili: indice alfabetico, per regione, per tipologia) oppure è possibile effettuare ricerche incrociate, tramite la ricerca avanzata.
Un canale specifico consente di visualizzare gli inventari disponibili on-line (anche tramite link a siti esterni al SIUSA).

Ricordiamo che in Biblioteca, nella sezione Reference, sono consultabili le guide a stampa, realizzate nell’ambito del progetto ed in particolare:

Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana / Ministero per i beni e le attività culturali, Soprintendenza archivistica per la Toscana ; a cura di Elisabetta Insabato e Cecilia Ghelli ; con la collaborazione di Cristina Sanguineti. – Firenze : Edifir, [2007]. – 440 p. : ill. ; 22×22 cm


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: