Mediateca di Palazzo Medici Riccardi

La Mediateca Medicea è un archivio digitale su Palazzo Medici Riccardi che raccoglie materiali multiformi: testi, immagini, ricostruzioni grafiche, e quant’altro possa offrire strumenti necessari alla conoscenza dell’edificio dal punto di vista storico, architettonico, artistico e culturale. Il progetto è stato relaizzato dalla Provincia di Firenze in collaborazione con il Centro per la Comunicazione e l’Integrazione dei Media dell’Università degli Studi di Firenze.

Il database della Mediateca contiene 316 schede, 1417 voci bibliografiche e 1044 immagini ed è costantemente aggiornato.  Le schede sulle vicende del palazzo sono consultabili in base alle voci:

  • personaggi
  • eventi
  • ambienti, opere e collezioni
  • itinerari e luoghi
  • temi collaterali
Ogni voce è organizzata cronologicamente in:
  • prima del palazzo (fino al 1444)
  • il palazzo dei Medici (1444-1659)
  • il palazzo dei Riccardi (1659-1814)
  • il palazzo fino ad oggi (1814-2007)
Da segnalare la sezione Archivio che ripropone il materiale schedato e la storia del palazzo articolato in:
  • documenti manoscritti e inventari citati
  • bibliografia
  • mostre effettuate presso il museo del palazzo
  • iconografia con le immagini del palazzo attraverso i secoli
  • piante e rilievi del palazzo dal XVII secolo in poi, corredate da bibliografia
Tutte le immagini della mediateca sono a bassa risoluzione e sono utilizzabili esclusivamente per motivi di studio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: