Europeana: la biblioteca digitale dell’Unione Europea

Europeana è un motore di ricerca sviluppato nel 2008  dall’Unione Europea, che consente di scoprire ed esplorare le risorse digitali di musei, biblioteche, archivi e collezioni audiovisive di diversi paesi europei.  Le informazioni, molte delle quali per la storia dell’arte e l’architettura, riguardano oltre 14.6 milioni di oggetti digitali come:

  • Immagini  (dipinti, disegni, carte geografiche, fotografie e immagini di oggetti museali);
  • Testi (libri, giornali, lettere, diari e documenti d’archivio)
  • Audio (musica e parlato da supporti fonografici, nastri, dischi e trasmissioni radiofoniche);
  • Video (film, notiziari e trasmissioni televisive).

Le fotografie, le carte geografiche, i quadri, gli oggetti museali e le altre immagini digitalizzate costituiscono il 64% della collezione di Europeana. Il 34% è dedicato ai testi digitalizzati, che comprendono oltre 1,2 milioni di libri che possono essere visualizzati on-line e/o scaricati in versione integrale.

I testi includono migliaia di manoscritti rari e incunaboli stampati prima del 1500. I materiali audio e video rappresentano meno del 2% della collezione. Buona parte del materiale disponibile su Europeana non è coperto dal diritto d’autore poiché si tratta di opere antiche. (tratto da 01.net)

Ad Europeana hanno contribuito circa 1500 istituzioni. Istituzioni prestigiose come la British Library di Londra, il Rijksmuseum di Amsterdam e il Louvre di Parigi sono affiancate da organizzazioni più piccole di tutta l’Europa. La Francia è il paese che contribuisce in misura maggiore alla collezione (18% di tutti gli oggetti), mentre la Germania ha aumentato la propria quota fino al 17%. L’Italia fornisce il 7% delle opere. Il dato ci mostra come le istituzioni italiane partecipanti siano ancora troppo poche: collaborano ad Europeana la Biblioteca nazionale centrale di Firenze, l’Istituto e Museo di storia della scienza di Firenze, la Fondazione Federico Zeri di Bologna, Cinecitta Luce, il Ministero per i beni e le attività culturali con il portale Cultura italia.

E’ possibile fare sia ricerca semplice che avanzata, i risultati vengono presentati tutti insieme oppure raggruppati secondo il tipo di oggetto digitale: testi, immagini, video, audio. Un inconveniente (pero’ del tutto normale per questo tipo di strumenti) è che si mantengono gli indici dei siti di origine, cosicché è necessario cercare un item in più lingue (es. per Venezia si deve cercare “Venezia”, “Venice”, “Venecia” “Venedig”, etc.).

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: